GREEN PARK HOTEL

GREEN PARK HOTEL

Eleganza a pochi metri da Mercogliano

LA CASCATA

Spettacolare a tutte le ore del giorno e della notte

RISTORANTE "LA CASCATA"

RISTORANTE  "LA CASCATA"

Specializzato in piatti tipici locali e cucina nazionale / internazionale

LE CAMERE

LE CAMERE

Dispone di 42 splendide camere

La Hall

La hall dell'hotel rispecchia l'eleganza e la cura dei dettagli che contraddistinguono la struttura

La provincia di Avellino presenta un gran numero di monasteri, abbazie e luoghi di culto, che la pongono, nel panorama dell’intera area meridionale della Penisola, tra le aree maggiormente frequentate per ciò che attiene il turismo religioso. Fulcro di tale particolare attenzione è, senza dubbio, il Santuario di Montevergine, incastonato sulla vetta del Monte Partenio, nel comune di Mercogliano all’interno del quale si venera l’icona di una Madonna Nera, conosciuta con il nome di Mamma Schiavona, raggiungibile con la Funicolare (distante 500 mt. circa dall’albergo) in soli 7 minuti.

Le origini del Santuario risalgono al XII secoli e la sua struttura originaria si deve a San Guglielmo che proprio qui stabilì il suo eremo, un luogo isolato in cui raccogliersi in preghiera. L’origine ufficiale del Santuario di Montevergine risale alla consacrazione della prima chiesa nel lontano 1126.

Su quelle cime il Santo Guglielmo cercava un luogo di raccoglimento, ma da subito le sue virtù attrassero molti uomini e donne. Di qui la nascita del Santuario che fu quindi un’idea spontanea del Santo, senza un’iniziale intenzione di istituire un’organizzazione monacale. In poco tempo si cominciarono a costruire le prime celle per i religiosi e una piccola chiesetta: si trattava in verità di umili capanne tenute in piedi con della malta e fanghiglia. La stessa spiritualità che aveva riunito attorno a Guglielmo la prima comunità fu alla base della scelta di dedicare la Chiesa alla Madonna.

Il motivo fondamentale del faticoso viaggio e dell’aspra salita alla Chiesa di Santa Maria di Montevergine,  delle prolungate preghiere e delle offerte dei credenti, divenne l’invocazione della potente intercessione della Madonna per ottenere la misericordia di Dio. Fu così che Montevergine si trasformò presto nel Santuario Mariano più famoso e visitato dell’Italia Meridionale, e i pellegrinaggi assunsero la loro specifica caratteristica. Legata alla storia di Montevergine è l’Abbazia del Loreto, a valle nella stessa Mercogliano. Residenza dei monaci benedettini nei mesi invernali, qui c’è anche una biblioteca in cui sono conservati preziose miniature e manoscritti dall’elevato valore artistico.

Dello stesso periodo del Santuario di Montevergine è l’Abbazia del Goleto, nel paese di Sant’Angelo dei Lombardi. Come per Montevergine, anche la nascita del Goleto è legata alla figura di San Guglielmo. In Alta Irpinia si trova un’altra meta di pellegrinaggio: il Santuario di San Gerardo Maiella a Materdomini. Da segnalare, inoltre, la Basilica paleocristiana dell’Annunziata a Prata Principato Ultra, mentre a Mugnano del Cardinale si trova il Santuario di Santa Filomena, raggiunto, ogni anno, da migliaia di devoti in fila per pregare dinanzi alle spoglie della Santa. La devozione alla Madonna, nella città di Avellino e nella su provincia, si manifesta anche attraverso altre due importanti strutture religiose: il Duomo del Capoluogo, con l’annessa cripta dedicato all’Assunta, e il Santuario della Beata Vergine del Buon Consiglio a Frigento.

E’ da tenere, infine, presente la vicinanza dell’hotel sia a Pietrelcina (dove nel 1887 nacque Francesco Forgione, meglio conosciuto come Padre Pio, importante centro di turismo religioso a seguito della sua beatificazione e canonizzazione) sia a Pompei (dove sorge il Santuario della Beata Vergine del Santo Rosario, meta ogni anno di milioni di visitatori).

TOP